Sei un professionista?

L'accesso alla visualizzazione dei contenuti di questa pagina
è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente
(Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n.46).

Lesioni vascolari

Le lesioni vascolari sono causate dalla rottura di un vaso sanguigno dovuta a vari fattori, quali, ad esempio, predisposizione genetica, gravidanza o terapie ormonali. Queste lesioni si verificano principalmente nelle zone delle guance, delle cosce e dei piedi.

Una delle lesioni vascolari più comuni è la teleangectasia, ovvero la dilatazione di vasi ematici, che formano un reticolato rossastro visibile oltre l’epidermide. La maggior parte di queste lesioni deriva da infiammazioni a livello cutaneo e dalla predisposizione genetica del soggetto.

Considerata come una microteleangectasia, la couperose è una lesione cutanea che determina la comparsa di chiazze rossastre, generalmente sul volto, dovute alla dilatazione dei capillari sanguigni. Le macchie causate dal ristagno di sangue possono essere più o meno evidenti e tendono a manifestarsi più frequentemente nei soggetti con una pelle sensibile e sottile, quindi facilmente irritabile.

Queste tipologie di lesioni vascolari possono essere trattate attraverso l’energia luminosa del laser e della luce pulsata.

La luce viene assorbita dall’emoglobina dei vasi sanguigni e convertita in calore, causando il deterioramento e quindi la scomparsa del vaso sanguigno. I piccoli capillari vengono così rimossi.

Tecnologie consigliate

Iscriviti alla Newsletter

consento a ricevere comunicazioni commerciali e/o materiale pubblicitario su promozioni, prodotti o servizi offerti dal Titolare del trattamento
accetto i termini e le condizioni sulla privacy
Top